Progetto

Nell'ambito del programma Welfare in Azione della Fondazione Cariplo è stato approvato e finanziato il progetto #VAI – Verso una comunità di persone che genera vicinanza, attivazione e innovazione, di cui è capofila l'Azienda Comuni Insieme, in partenariato con le cooperative A77, Dike, Consorzio SIR Milano, Intrecci, Koinè, SpazioGiovani e l’Associazione La Rotonda.

 

L’Ambito Territoriale del garbagnatese intende affrontare, in un’ottica di contrasto e prevenzione, l’aumento esponenziale di persone e famiglie cosiddette “vulnerabili” verificatosi in questi ultimi anni. Con il termine “vulnerabili” ci si riferisce a quelle persone sempre più colpite dalla crisi economica, che genera difficoltà crescenti sotto vari profili: mantenimento o accesso all'abitazione, difficoltà occupazionali, adeguata cura e crescita dei familiari più deboli.

 

Tali problematiche vanno lette in concomitanza con l’indebolimento dei legami familiari e delle reti sociali, che rendono ancora più fragile la capacità delle persone di fronteggiare tali momenti di difficoltà. Proprio la crisi ha fatto emergere le inadeguatezze del sistema di welfare attuale, composto da un’offerta di servizi frammentata, incapace di valorizzare le risorse già presenti a livello comunitario.

 

È per affrontare questi limiti e offrire nuove risposte che il progetto #VAI intende lavorare.
Tre sono le azioni fondamentali che il progetto intende implementare nei prossimi tre anni: il consumo sostenibile; il sostegno abitativo e l’attivazione di comunità per contrastare la frammentazione e lo sfilacciamento dei legami, familiari e sociali.

 

 

SOSTEGNO ALL’ABITARE


Il sostegno all'abitare è uno dei primi supporti concreti che il progetto #VAI ha intenzione di offrire, attraverso percorsi di ristrutturazione del debito con piani di rientro graduale o la sperimentazione di forme alternative di restituzione con la possibilità di rendere il debito contratto in una forma non monetaria, attraverso interventi di cura e manutenzione di beni collettivi.

 

 

 

 

 

 

 

ATTIVAZIONE DI COMUNITÀ

Uno strumento di attivazione di legami e di costruzione di reti sociali solidali e di risparmio promosse direttamente dai cittadini.
Un’opportunità per gruppi di cittadini, accomunati da bisogni analoghi, di esprimere le proprie necessità ideando e sperimentando insieme possibili soluzioni all’interno di tre aree:

 

  • bisogni materiali, di risparmio, riuso e migliore organizzazione dei consumi
  • bisogni legati alla gestione del tempo e della quotidianità (condivisione delle necessità di cura, sostegno familiare come babysitting, vicinato solidale, ecc.)
  • riqualificazione dei luoghi di vita ad uso collettivo, finalizzati alla socializzazione, contrasto del degrado, presidio dei legami sociali.

 

 

 

IL CONSUMO SOSTENIBILE

Nell'ambito delle azioni, tra le più significative c’è l’apertura di un emporio solidale che lavorerà in sinergia con i centri d’ascolto e con le Caritas cittadine: l’idea è creare un mercato parallelo a quello della grande distribuzione dove, in un punto di distribuzione al dettaglio completamente gratuito, sarà possibile veicolare i beni prossimi alla scadenza.

 

Si potrà usufruire del servizio attraverso l’utilizzo di una tessera personale caricata con punteggio scalare. Saranno inoltre realizzati eventi per incentivare la diffusione delle micro economie locali basate sulla capacità delle persone di mettersi in rete per aiutarsi reciprocamente e scambiarsi oggetti quali mobili ed elettrodomestici, abiti, libri, e altri oggetti di utilità quotidiana.

Questo sito web fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di visita. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo. Per saperne di più, puoi consultare la nostra Cookie Policy.